Archive for the ‘punto di vista’ Category

Sogno Africano

01.Novembre.2014 · Posted in punto di vista

“Abbiamo imparato a volare come gli uccelli abbiamo imparato a nuotare come i pesci ma non abbiamo ancora imparato a vivere insieme come fratelli” Martin Luther King Settembre 2014 – Forse l’Italia non è un paese per stranieri. Forse neanche per vecchi. In realtà neanche i giovani ci stanno troppo bene. A pensarci bene anche ...

“Abbiamo imparato a volare come gli uccelli
abbiamo imparato a nuotare come i pesci
ma non abbiamo ancora imparato
a vivere insieme come fratelli”
Martin Luther King

sogno-africano

Settembre 2014 – Forse l’Italia non è un paese per stranieri. Forse neanche per vecchi. In realtà neanche i giovani ci stanno troppo bene. A pensarci bene anche gli operai, gli insegnanti e gli studenti a volte vorrebbero ribellarsi.

(altro…)

Precisazioni sulla figura di Stephen Biko

19.Febbraio.2014 · Posted in punto di vista

Dopo il decesso di Nelson Mandela, primo presidente del Sudafrica eletto a suffragio universale, nonché Premio Nobel per la Pace nel 1993, ho letto in alcuni articoli e scritti riferimenti alla figura di Stephen Biko, attivista anti-apartheid sudafricano morto nel 1977 a causa delle violenze subite in carcere. ...

Dopo il decesso di Nelson Mandela, primo presidente del Sudafrica eletto a suffragio universale, nonché Premio Nobel per la Pace nel 1993, ho letto in alcuni articoli e scritti riferimenti alla figura di Stephen Biko, attivista anti-apartheid sudafricano morto nel 1977 a causa delle violenze subite in carcere.

(altro…)

No Mandela non è il mio eroe

10.Gennaio.2014 · Posted in punto di vista

Lezione di Geostrategia Africana n° 69 “NO MANDELA NON E’ IL MIO EROE“ di Jean-Paul Pougala Traduzione di Piervincenzo Canale Mandela è stato inumato l’altro ieri 15/12/2013 secondo il rito della spirituralità africana non-deista: un bue è stato sacrificato per accompagnarlo nel mondo degli antenati, il che è molto buono, in un’Africa in cui gli ...

Lezione di Geostrategia Africana n° 69

NO MANDELA NON E’ IL MIO EROE

di Jean-Paul Pougala
Traduzione di Piervincenzo Canale

Mandela è stato inumato l’altro ieri 15/12/2013 secondo il rito della spirituralità africana non-deista: un bue è stato sacrificato per accompagnarlo nel mondo degli antenati, il che è molto buono, in un’Africa in cui gli intellettuali si muovono per farsi seppellire secondo i riti cristiani o musulmani degli oppressori.

(altro…)

La memoria corta degli avversari di Cecile Kyenge

29.Dicembre.2013 · Posted in punto di vista

Chi ha attaccato o ha organizzato la campagna mediatica e politica attuale per denigrare e anticipare la fine politica della ministra per l’Integrazione e le Politiche Giovanili della Repubblica italiana, Cecile Kyenge Kashetu, ha la memoria corta. ...

Chi ha attaccato o ha organizzato la campagna mediatica e politica attuale per denigrare e anticipare la fine politica della ministra per l’Integrazione e le Politiche Giovanili della Repubblica italiana, Cecile Kyenge Kashetu, ha la memoria corta.

Cecile-Kyenge

(altro…)

Gli americani sono “clandestini” in Camerun

13.Dicembre.2013 · Posted in punto di vista

I NOSTRI PREDATORI OCCIDENTALI SI NASCONDO Lì DOVE NON SI SOSPETTA TROVARLI (Quando le “democrazie avanzate e civilizzate” d’Occidente imbrogliano e raggirano le cosiddette “dittature selvagge e primitive” d’Africa) JPP 13/12/13 Lì 22 agosto 2012. Sono le 18, il sole è già tramontato all’orizzonte degli immensi campi di caffè del villaggio di Melong nel Mungo ...

I NOSTRI PREDATORI OCCIDENTALI SI NASCONDO Lì DOVE NON SI SOSPETTA TROVARLI (Quando le “democrazie avanzate e civilizzate” d’Occidente imbrogliano e raggirano le cosiddette “dittature selvagge e primitive” d’Africa)

JPP 13/12/13

Lì 22 agosto 2012. Sono le 18, il sole è già tramontato all’orizzonte degli immensi campi di caffè del villaggio di Melong nel Mungo in Camerun.

elettricita-Melong-camerun-4

(altro…)

La sete di libertà di Nelson Mandela

12.Dicembre.2013 · Posted in punto di vista

È estremamente difficile rimanere imparziali e distaccati scrivendo di un uomo come Nelson Mandela, che è parte della Storia non solo del Sudafrica. ...

È estremamente difficile rimanere imparziali e distaccati scrivendo di un uomo come Nelson Mandela, che è parte della Storia non solo del Sudafrica.

(altro…)

L’assassinio del dirigente di sinistra Chokri Belaid

23.Ottobre.2013 · Posted in punto di vista

L’assassinio del dirigente di sinistra Chokri Belaid: una fine prematuro o un nuovo inizio? 8 febbraio 2013 Santiago Alba Rico * Senza voler forzare un parallelismo ingannevole, potremmo dire che l’assassinio, a Tunisi, dell’avvocato e leader marxista Chokri Belaid evoca uno dei momenti di maggior tensione della transizione spagnola: il massacro di Atocha del 1977, ...

L’assassinio del dirigente di sinistra Chokri Belaid: una fine prematuro o un nuovo inizio?

8 febbraio 2013
Santiago Alba Rico *

Senza voler forzare un parallelismo ingannevole, potremmo dire che l’assassinio, a Tunisi, dell’avvocato e leader marxista Chokri Belaid evoca uno dei momenti di maggior tensione della transizione spagnola: il massacro di Atocha del 1977, punto di regressione ed accelerazione della de-ri-composizione del regime. Si tratta in primo luogo, se si vuole, di un punto di regressione mentale e culturale: i tunisini erano abituati a morire nei commissariati o negli scontri con la polizia, ma non conoscevano il terrorismo e la violenza politica. E ciò spiega indubbiamente questa strana sospensione dell’animo collettivo –tra sacro terrore e brivido “storico”- che domina da ieri tutta la società tunisina, dall’alto al basso.

(altro…)

Gli africani, gli europei e la schiavitù

20.Ottobre.2013 · Posted in punto di vista

GLI AFRICANI HANNO DIMENTICATO DI EDUCARE GLI EUROPEI AFFINCHÉ ACCETTINO IL FATTO CHE LA SCHIAVITÙ SIA FINITA JPP17/10/2013 Traduzione: Piervincenzo Canale In Francia esiste una legge che vieta la pubblicazione dei patrimoni dei cittadini. Contrariamente all’Italia, per esempio, nessun giudice francese ha il diritto di mettere il naso nel reddito, che giustifichi il tenore di ...

GLI AFRICANI HANNO DIMENTICATO DI EDUCARE GLI EUROPEI AFFINCHÉ ACCETTINO IL FATTO CHE LA SCHIAVITÙ SIA FINITA

JPP17/10/2013
Traduzione: Piervincenzo Canale

In Francia esiste una legge che vieta la pubblicazione dei patrimoni dei cittadini. Contrariamente all’Italia, per esempio, nessun giudice francese ha il diritto di mettere il naso nel reddito, che giustifichi il tenore di vita o meno, a meno che non si sia in presenza di un sequestro da parte dell’amministrazione fiscale. Questa regola è impunemente violata quando si tratta dei capi di stato africani nel momento in cui hanno smesso di essere docili o quando li si vuole distruggere. La prossima volta, prima di farvi manipolare e consegnare la propaganda anti-africana, chiedetevi questo: perché queste stesse organizzazioni che parlano degli stessi 3 capi di stato africani, Bongo, Sassou e Obiang, non parlano mai dei dignitari del Qatar, dei kuwaitiani o dei sauditi che in Francia non nascondono neanche l’opulenza del loro tenore di vita? Si ha come l’impressione che questa caccia all’uomo inizi nel momento in cui questi capi di stato hanno messo gli occhi su Pechino e che tutta l’impalcatura francese in Africa stia cadendo inesorabilmente. Se gli altri dovessero seguire il loro esempio, sarebbe la catastrofe.

(altro…)

Operazione “Mare Nostrum”: Nostrum di chi?

16.Ottobre.2013 · Posted in punto di vista

E’ evidente che per una coalizione eterogenea e complessa come quella che sostiene il Governo Letta era necessario trovare un’azione da attuare sul tema immigrazione che rispondesse contemporaneamente all’emozione umanitaria e caritatevole e alla pulsione protettiva e securitaria. Da questa esigenza è nata la missione Mare Nostrum: un’ambigua via di mezzo tra controllo e salvezza, ...

E’ evidente che per una coalizione eterogenea e complessa come quella che sostiene il Governo Letta era necessario trovare un’azione da attuare sul tema immigrazione che rispondesse contemporaneamente all’emozione umanitaria e caritatevole e alla pulsione protettiva e securitaria. Da questa esigenza è nata la missione Mare Nostrum: un’ambigua via di mezzo tra controllo e salvezza, quella stessa ambiguità che regge anche il lavoro della agenzia europea Frontex, che di anno in anno rivendica la riduzione dei flussi di immigrazione clandestina come risultato a tutela delle vite umane.

Ma che fine facciano quelle vite umane non lo dice nessuno.

(altro…)

Immigrazione, clandestinità: di cosa stiamo parlando?

13.Ottobre.2013 · Posted in punto di vista

Ieri avevamo esultato quando, in commissione giustizia al Senato, i senatori del M5S avevano proposto l’abolizione del reato di clandestinità, passato poi con i voti di SEL e PD. Oggi leggiamo sul blog di Grillo critiche di Grillo e Casaleggio sul metodo (e queste sono questioni interne al movimento su cui non c’è molto da ...

Ieri avevamo esultato quando, in commissione giustizia al Senato, i senatori del M5S avevano proposto l’abolizione del reato di clandestinità, passato poi con i voti di SEL e PD.

Oggi leggiamo sul blog di Grillo critiche di Grillo e Casaleggio sul metodo (e queste sono questioni interne al movimento su cui non c’è molto da dire) e questa precisazione sul “merito” che potete leggere qua sotto:

“Nel merito questo emendamento è un invito agli emigranti dell’Africa e del Medio Oriente a imbarcarsi per l’Italia. Il messaggio che riceveranno sarà da loro interpretato nel modo più semplice “La clandestinità non è più un reato“.”

Certo che la clandestinità non è più un reato. Io direi di più: facciamo che la clandestinità non è più una condizione umana?

(altro…)