Archive for the ‘politica’ Category

“Stiamo facendo la storia”, Mugombozi

28.novembre.2008 · Posted in politica

Con ritardo dovuto a problemi tecnici pubblichiamo l’intervista del 13 novembre scorso a Liliane Ndirira Mugombozi, direttrice di New City-Nouvelle cité. ...

Con ritardo dovuto a problemi tecnici pubblichiamo l’intervista del 13 novembre scorso a Liliane Ndirira Mugombozi, direttrice di New City-Nouvelle cité.

Firenze ospita convegno su media e Africa

17.novembre.2008 · Posted in politica

Giovedì scorso, 13 novembre, Palazzo Vecchio a Firenze ha ospitato la prima delle due “giornate d’interdipendenza” dedicata all’Africa e al rapporto coi media in Italia e nel Continente. Se la prima delle due giornate è stata ristretta agli operatori della comunicazione, la seconda ha visto la partecipazione della città e delle scuole che hanno parlato ...

africa-conf-firenze.jpg

Giovedì scorso, 13 novembre, Palazzo Vecchio a Firenze ha ospitato la prima delle due “giornate d’interdipendenza” dedicata all’Africa e al rapporto coi media in Italia e nel Continente.

Se la prima delle due giornate è stata ristretta agli operatori della comunicazione, la seconda ha visto la partecipazione della città e delle scuole che hanno parlato dell’Africa insieme a giornalisti africani e italiani, personalità politiche e volontari. Tra i politici, era presente Jean-Léonard Touadi, il primo deputato italiano di origine congolese.

(altro…)

Algeria: Medelci incontra il collega Frattini

14.ottobre.2008 · Posted in politica

Il ministro degli esteri algerino, Mourad Medelci, ha incontrato pochi minuti fa il ministro degli esteri italiano, Franco Frattini, a Roma. L’incontro è stato previsto nell’ambito della visita di due giorni del ministro algerino in Italia ed è preparatorio per il secondo summit Italia-Algeria che si terrà ad Algeri prima della fine di dicembre. Entrambi ...

medelci.jpg

Il ministro degli esteri algerino, Mourad Medelci, ha incontrato pochi minuti fa il ministro degli esteri italiano, Franco Frattini, a Roma. L’incontro è stato previsto nell’ambito della visita di due giorni del ministro algerino in Italia ed è preparatorio per il secondo summit Italia-Algeria che si terrà ad Algeri prima della fine di dicembre.

Entrambi i ministri hanno sottolineato la comunanza di vedute sulle decisioni che i due paesi dovranno prendere per il miglioramento delle relazioni bilaterali nell’ambito dell’unione euro-mediterranea rilanciata qualche mese fa dal presidente francese Sarkozy.

(altro…)

Kenya: polizia protegge casa nonna di Obama

17.settembre.2008 · Posted in politica

La casa della nonna paterna del candidato alla presidenza degli Usa, Barrack Obama, è protetta dalla polizia dopo alcuni  furti. Il governo del Kenya ha predisposto una scorta continua di fronte la proprietà della famiglia Obama. La nonna del candidato americano, Sarah Obama, è protetta da 20 poliziotti armati nel remoto villaggio di Kogelo, a ...

obamaLa casa della nonna paterna del candidato alla presidenza degli Usa, Barrack Obama, è protetta dalla polizia dopo alcuni  furti.

Il governo del Kenya ha predisposto una scorta continua di fronte la proprietà della famiglia Obama.

La nonna del candidato americano, Sarah Obama, è protetta da 20 poliziotti armati nel remoto villaggio di Kogelo, a 500 chilometri da Nairobi. (altro…)

Rifugiati sudanesi non sono pronti a lasciare il Kenya

18.agosto.2008 · Posted in politica

Nonostante l’accordo per la condivisione del potere siglato quattro anni fa dal governo sudanese di Karthoum e dai ribelli del Sudan meridionale, i rifugiati del sud Sudan in Kenya si rifiutano di ritornare nel loro paese sostenendo diverse ragioni per restare nel paese dell’Africa orientale. Achol Deng, un rifugiato che vive a Eldoret in Kenya, ...

sudanese-refugeesNonostante l’accordo per la condivisione del potere siglato quattro anni fa dal governo sudanese di Karthoum e dai ribelli del Sudan meridionale, i rifugiati del sud Sudan in Kenya si rifiutano di ritornare nel loro paese sostenendo diverse ragioni per restare nel paese dell’Africa orientale.

Achol Deng, un rifugiato che vive a Eldoret in Kenya, non vede il bisogno di ritornare nel suo paese perché in Kenya può permettersi un tenore di vita più alto insieme alla sua famiglia. Riceve, infatti, un sostegno finanziario da benefattori che vivono in Italia e in altri paesi europei.

(altro…)

Zimbabwe: per i kenioti la colpa è sia di Mugabe sia di Tsvangirai

10.luglio.2008 · Posted in politica

Dopo la violenza seguita alle elezioni all'inizio dell'anno, i kenioti adesso accusano il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, per la crisi che sta attraversando il paese dell'Africa australe, e il leader dell'opposizione Morgan Tsvangirai per aver abbandonato i suoi stessi sostenitori politici al momento del bisogno. ...

mugabe-rome

Dopo la violenza seguita alle elezioni all’inizio dell’anno, i kenioti adesso accusano il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, per la crisi che sta attraversando il paese dell’Africa australe, e il leader dell’opposizione Morgan Tsvangirai per aver abbandonato i suoi stessi sostenitori politici al momento del bisogno.

Secondo la maggior parte dei kenioti, nonostante la crisi politica che ha attanagliato il loro paese all’inizio di quest’anno, la situazione del Kenya è stata diversa da quella che vive adesso lo Zimbabwe.
(altro…)

OBAMA VINCE E IL KENYA FESTEGGIA

06.giugno.2008 · Posted in politica

La vittoria delle primarie negli Usa del candidato democratico alla presidenza, Barrack Obama, ha fatto sì che il Kenya - cioè il paese d’origine del senatore dell’Illinois - festeggiasse. ...

obama-usflagLa vittoria delle primarie negli Usa del candidato democratico alla presidenza, Barrack Obama, ha fatto sì che il Kenya – cioè il paese d’origine del senatore dell’Illinois – festeggiasse.

Canti, balli, banchetti di cibo secondo la tradizione della comunità Luo (l’etnia del padre del candidato democratico) si sono svolti in alcune zone del Kenya.

Subito dopo l’annuncio dei risultati, il Kenya, e in particolare la provincia di Nyanza, dove il padre di Obama è nato ed è cresciuto, ha festeggiato la vittoria della nomination per la Casa Bianca. La nonna di Obama, Sarah Obama, era particolarmente euforica per i risultati. Non aveva parole per esprimere ciò che provava di fronte ai vicini di casa e agli amici che venivano a farle visita dal vicino paesino di campagna di K’ogalo nel distretto di Siaya (circa 500 km da Nairobi)  per esprimere messaggi di giubilo e congratulazioni. (altro…)